Benvenuti nell’ecommerce di Guido Tommasi Editore

Cucina teorico-pratica

Clicca sulla foto per ingrandirla

Cucina teorico-pratica

ISBN 9788886988360
Autore JEREMY PARZEN
Curatore LUIGI BALLERINI
Pagine 544
Formato 15X21 CM

Disponibilità: Disponibile

€ 30,00
OR

Dettagli

Nel 1847 usciva a Napoli, "tutta nuova dalle altre precedenti", la quinta edizione di un libro già divenuto un classico: Cucina Teorico-Pratica del Cavalier Ippolito Cavalcanti Duca di Buonvicino: questo libro segnava l‘apice della fama dell‘autore e rappresentava la somma e definitiva codificazione della cucina napoletana ottocentesca, un insieme di formule culinarie che avevano conquistato tutta l‘Italia. Il Duca, le cui origini risalivano al celebre poeta fiorentino Guido Cavalcanti, era ben consapevole che la "Scienza della Cucina", come lui stesso la definiva, aveva creato a Napoli un fenomeno senza precedenti nella storia del genere umano. Forse per la prima volta, osservava il Duca, la "buona e salutaria cucina" non era solo per i "Grandi" ma era "a portata di ogni ceto di persona". Grazie semplicemente alla disponibilità di ingredienti di sincera qualità, quali "l‘erbe colte lo stesso giorno", "gli ovi più freschi", e "i frutti maturi a perfezione", tutti i "cuochi" ("tutti son Cuochi", scriveva il Cavalcanti, "tutti fan la cucina, ognuno fino ad ora ha mangiato") potevano realizzare pietanze nutrienti e "correttive": "la manipolazione di tutto ciò sia semplice e naturale, il brodo non molto carico di carne, i sughi senza tanto lardo prosciutto e butirro… Il palato dolcemente stuzzicato fa trovare del gusto in tutto ciò che si mangia: nulla è più contrario alla salute che un troppo saporito cibo". E‘ il libro che ha portato la cucina napoletana nel mondo.