Carrello
0

Me la dai la ricetta?
Condividi
 

Me la dai la ricetta?

Maria Sole Pantanella

Prefazione: Giacomo A. Dente

€ 15.00
€ 14.25

Esaurito


Me la dai la ricetta?

Regalare e condividere le gioie del palato è soprattutto un piacere, un desiderio che nasce dalla fantasia, dalla curiosità e perché no, dalla gola. Ma saper cucinare è ben altra cosa. Far da mangiare è il modo attraverso il quale si esprime non solo la creatività, ma anche l‘amore e la cura per gli altri. Perché l‘empatia con un‘altra persona passa spesso attraverso gli stessi gusti: un film, un luogo, un cibo e, perché no, una ricetta. Dal latino recepta, participio passato del verbo recipere, "ricevere"; dunque una ricetta è ciò che si riceve. E‘ un regalo, il ripetersi di un atto d‘amore e ciò dovrebbe renderci felici. Allora, una volta ricevuta, perché non trasmetterla? Ho collezionato ricette di amici o conoscenti, avvicinati magari per un‘attrazione puramente "gastronomica". Un racconto breve accompagna ogni ricetta, filo rosso che unisce persone, cibo e ricordi, e tutto alla cucina. Il risultato è un‘autobiografia a sfondo culinario, a metà tra un ricettario e uno spensierato vagabondaggio fra aneddoti, incontri e ricordi di viaggio. Un libro dedicato agli amici, che racconta le loro ricette e le loro storie. A tutti è stata data la possibilità di presentarsi al meglio, con il loro "cavallo di battaglia", una ricetta provata e riprovata. Ne è scaturito una sorta di "the best of…" che svela i segreti di ciascuno e racconta un modo divertente e smaliziato di porsi nei confronti della cucina.


Maria Sole Pantanella

Maria Sole Pantanella

Maria Sole Pantanella, giornalista, vive a Roma con il figlio Martino. Comincia a scrivere di gastronomia per il settimanale Liberal in seguito per il portale Kataweb (La Repubblica) infine racconta le sue ricette in una rubrica gastronomica di Italia Radio. Nel 2000 scrive la guida: "Antiche e nuove locande d‘Italia" (Le Lettere). Nel 2002 per la stessa casa editrice esce...

Più informazioni

Ti potrebbe interessare ...



Ufficio stampa

Seguici

Seguici sui canali social